Gestire i rifiuti con SISTRI ed il proprio gestionale

Gestire la tracciabilità dei rifiuti con SISTRI con Gamma SIS

Il Gruppo TeamSystem ha sviluppato una soluzione applicativa specifica, denominata Gamma SIS, che permette di interagire direttamente con il SISTRI.
La soluzione è completamente integrata con Metodo Evolus.

Grazie a questa soluzione è possibile monitorare in modo completo tutte le attività, ottimizzare i processi aziendali nel rispetto degli adempimenti, operare attraverso strumenti evoluti che facilitano l’operatività (come ad esempio: possibilità di operare off-line, compilazione veloce delle form, introduzione di regole di controllo per prevenire errori di compilazione, operazione massiva sui documenti, gestione delle priorità nelle notifiche, etc.).

Cos’è il SISTRI

Il è un complesso sistema informatico, istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (con D.M. del 17 dicembre del 2009) e gestito dal Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, che ha l’obiettivo di monitorare tutte le movimentazioni di rifiuti speciali in Italia e individuare eventuali illeciti o irregolarità.
La normativa prevede che le aziende appartenenti alle categorie dei Produttori, Trasportatori, Destinatari (Smaltitori), Intermediari e Consorzi debbano obbligatoriamente registrare nel SISTRI ogni operazione di carico e scarico ed ogni movimentazione che riguarda i rifiuti speciali prodotti, trasportati, commercializzati e gestiti.

I soggetti interessati da questa nuova normativa, che devono obbligatoriamente iscriversi al SISTRI ed utilizzarlo per tutte le movimentazioni, sono tutte le categorie che trattano i rifiuti speciali (pericolosi e non pericolosi) e i produttori di rifiuti speciali con un numero di addetti maggiore di 10.
Essendo molto ampio l’elenco di rifiuti classificati come speciali (quelli da attività di produzione industriale ed artigianale, di costruzione/demolizione, da attività commerciali e di servizi, etc.) il numero di imprese coinvolto da questo nuovo sistema è molto elevato (sono considerati rifiuti speciali: gli imballaggi, i toner delle stampanti, gli scarti di produzione, il legno, il vetro, la plastica, i metalli, etc.).

Il sito ufficiale è questo: http://www.sistri.it

Posted in Metodo, News and tagged , , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

*